• Siracusa. Buoni spesa, già 3.027 le richieste presentate: tempo fino al 30 Aprile

    Sono attualmente 3027 le richieste di buoni spesa regionale presentati da altrettante famiglie siracusane. Tempo fino al prossimo 30 aprile per presentare le istanze, dopo l’avvio dello scorso 9 aprile.

    Il nuovo avviso, dopo quello relativo ai buoni spesa finanziati dal Governo, è reperibile sul sito istituzionale del Comune di Siracusa e contiene le indicazioni sui requisiti e le modalità di accesso alle misure di sostegno a favore dei nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza Covid.

    All’avviso relativo ai buoni spesa del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile avevano partecipato in totale 3.880 cittadini/nuclei familiari, che avevano avanzato richiesta.

    Nel caso dei nuovi buoni spesa, si tratta di misure finanziate tramite il FSE, il “Fondo sociale europeo Sicilia 2020” e che vanno ad aggiungersi, appunto, a quelle finanziate con i fondi della Protezione civile nazionale. Le istanze vanno presentate esclusivamente tramite il portale https://siracusa.bonuspesa.it raggiungibile anche attraverso l’apposito link presente sul sito del Comune.
    I buoni spesa saranno spendibili presso gli esercizi commerciali convenzionati (secondo le adesioni ad uno specifico avviso pubblico) e serviranno all’acquisto di generi di prima necessità quali gli alimenti, i prodotti farmaceutici, quelli per l’igiene personale e domestica, le bombole del gas, i dispositivi di protezione individuale, i pasti pronti.
    A seconda della composizione del nucleo familiare varia anche il valore unitario di
    ciascun voucher. Nel dettaglio: 300 euro per un nucleo composto da una sola persona; 400 euro per quello composto da due persone; 600 euro per un nucleo familiare di tre persone; 700 euro per un nucleo composto da quattro persone; e 800 euro per quello composto da cinque o più persone.
    Dettaglio non trascurabile, ogni istanza incompleta o priva del documento di identità viene automaticamente considerata inammissibile. Non sono ammesse integrazioni.
    Come nella prima fase, gli utenti che risulteranno beneficiari otterranno un pin al quale corrisponderà il valore del “Buono Spesa” spendibile presso gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. La comunicazione dell’accoglimento dell’istanza, dell’accreditamento dei buoni spesa virtuale e del Pin dispositivo avverrà tramite sms al numero indicato nella istanza.

    freccia