• Siracusa. Coronavirus, lettera del sindaco alla città: “Fermiamo il contagio, stop egoismo”

    Una lettera aperta, rivolta a tutti i cittadini di Siracusa, un invito chiaro, che fa leva sul senso di responsabilità e sulla capacità di andare oltre gli egoismi. Così il sindaco di Siracusa, Francesco Italia si rivolge oggi alla sua città. Lo fa attraverso la sua pagina Facebook. Un post pubblicato all’alba di questa mattina. Una foto di Ortigia, del giorno che inizia e di un percorso che deve fare altrettanto, per durare il meno possibile. Italia scrive alle 6,21. Questo il testo della sua lettera alla città:

    Questa nuova alba ci consegna un PAESE UNITO contro un solo #nemico, invisibile, e un unico antidoto per neutralizzarlo: l’ALTRUISMO.
    CHIEDE a ciascuno di noi di rinunciare alle nostre abitudini, al nostro modo di stare insieme, di pianificare le giornate.
    Ci OBBLIGA a pensare a chi è più fragile, a chi rischia perché anziano o già ammalato.
    INCHIODA il nostro #egoismo ad una RESPONSABILITÀ SOCIALE che abbiamo il dovere di assumere, tutti, senza distinzione, a partire dai piccoli e grandi sacrifici che, da ora in avanti, saremo chiamati a compiere.

    DIVENTIAMO tutti, occhi, braccia, mani, #cuore e fiato di quei medici e infermieri che, senza sosta, da nord a sud stanno dando aiuto e conforto a migliaia di ammalati.

    SIRACUSA è con loro ed è pronta ad accogliere questa nuova sfida.
    CIASCUNO di noi farà la PROPRIA PARTE; con orgoglio, fiducia e senso del dovere.
    Con una sola, potente voce: FERMIAMO il CONTAGIO”.

     

    freccia