• Siracusa. Crociere: accordo con Msc per partenze fino al 2022. Nascerà un terminal

    Sulla banchina del porto Grande di Siracusa da dove partiranno nel giugno 2020 le crociere Msc (Lirica) sarà presto allestito un terminal. Struttura fondamentale per procedere alle varie fasi del check-in, inclusi i controlli, e per lo smistamento bagagli, verrà realizzata su progetto della società consortile Porto di Siracusa con il coinvolgimento di Msc e del Comune di Siracusa, quest’ultimo soprattutto per i pareri e le autorizzazioni richieste.
    Secondo le prime informazioni, il terminal verrà realizzato facendo ricorso a strutture resistenti ma leggere e copertura tensostatica e doppio percorso per imbarco e sbarco passeggeri. Per fare un esempio simile, si potrebbe citare il terminal crocieristico che qualche tempo fa venne allestito al proto di Ancona, proprio accanto alle navi (foto in alto).
    Intanto, filtrano ulteriori dettagli sull’intesa Siracusa-Msc. L’importante compagnia ha siglato un accordo di partenze e arrivi fino al 2022. Tre stagioni per testare le reazioni del mercato (e la “presa” della città) che potrebbero portare ad una estensione o persino ad un ampliamento delle navi in partenza, includendo magari anche le “ammiraglie” della flotta. E pare che un altro gigante, Costa, sia alla finestra pronto ad una contromossa non appena sarà pronta la banchina 2.
    Per ora comunque non si parla di costruzione della stazione marittima, eppure “immaginata” nel riqualificato porto Grande. L’opera è stata inserita nel Piano Triennale, che mantiene alta la sua fama di libro dei sogni. Il progetto esiste ed è quello che si aggiudicò il concorso apposito nel 2009. L’idea vincente risultò quella del team italo-spagnolo guidato da Enrico Reale e composto da Vincenzo Latina, Jordi Garcés, Emanuela Reale, Daria de Seta, Anna Bonet, Raimondo Impollonia, Angela Tortorella e Jose Zaldìvar.
    Hanno immaginato una costruzione nei pressi della nuova banchina 3. Una nuova struttura portuale a due piani che si articola su un grande basamento in pietra lavica, dal quale prendono forma tre enormi vele triangolari, di colore chiaro, con giacitura inclinata. Dalla piattaforma litica della stazione marittima si dipartono vari spazi e percorsi. I tempi di realizzazione del progetto si aggirano attorno ai due anni, per un costo di circa 10 milioni di euro.

    728x90_jeep
    freccia