• Siracusa. Da Tekra a Tech, nuovo cambio nel servizio di igiene urbana: cosa accadrà?

    Un nuovo gestore all’orizzonte per il servizio di igiene urbana a Siracusa. E’ la siracusana Tech, azienda con sede a Floridia che alla gara indetta dal Comune di Siracusa ha partecipato in raggruppamento temporaneo di impresa con la Ciclat. Notizia di ieri, l’aggiudicazione del servizio al termine delle procedura di gara e l’apertura delle buste contenenti l’offerta tecnica e quella economica.
    Il passaggio da Tekra, attuale gestore, al nuovo non è immediato. Dall’oggi al domani, insomma, non cambia nulla. Si entra infatti in quella che tecnicamente viene definita “stand still”, una sorta di pausa tecnica, prevista dalle leggi. Subito dopo si potrà procedere all’assegnazione provvisoria del servizio al nuovo gestore mentre le altre concorrenti avranno la possibilità di esercitare l’accesso agli atti e valutare eventuali ricorsi.
    La data da segnare sul calendario è quella del primo febbraio 2020. Potrebbe essere quella della partenza a Siracusa dei 7 anni a guida Tech nella gestione dei rifiuti. Gli attuali lavoratori sono tutelati dalla cosiddetta clausola sociale e confluiranno nel nuovo gestore che potrà valutare, secondo necessità, nuove assunzioni.
    Nessun disimpegno da parte di Tekra che continuerà a garantire quotidianamente i servizi già attivi nel territorio comunale. Quanto al calendario di raccolta, non dovrebbero esserci altri cambiamenti e pertanto Tech dovrebbe organizzare il lavoro su quella base di partenza, anche per non confondere ulteriormente gli utenti. Ma questo è un aspetto che potrà meglio essere verificato al termine della procedura dello stand still.

    freccia