• Siracusa e il covid, i numeri dicono che è arrivato il picco della terza ondata

    Siracusa sta fronteggiando il picco della terza ondata. Puntuale dopo il periodo festivo pasquale, il contagio ha iniziato a correre in tutta la provincia. Quattro città si trovano in zona rossa rafforzata: Solarino, Rosolini, Carlentini e Lentini. Altre rischiano di ritrovarsi in rosso a breve, specie nella zona montana. Ma anche i numeri di Noto, Floridia e Pachino sono attualmente sotto osservazione.
    Non è certo esente il capoluogo. Nelle ultime 24 ore sono stati 14 i nuovi casi contagio e 107 i nuovi contatti in isolamento. Al netto delle guarigioni, gli attuali positivi continuano ad aumentare e diventano oggi 351. Erano 228 il 9 aprile, appena sette giorni fa. In una settimana i contagiati sono aumentati di 123 unità, numero al momento ancora al di sotto del parametro settimanale limite fissato per decreto (297 per Siracusa) e che farebbe scattare la richiesta di zona rossa rafforzata. Il trend di crescita non ha però conosciuto sosta e questo incedere, rischia di portare pericolosa sotto soglia critica anche il capoluogo. Secondo fonti sanitaria, l’incidenza della variante inglese è stimata attorno all’80%. Ed è questo il motivo per cui il contagio corre così veloce, anche tra giovani e giovanissimi.
    Questo l’andamento del numero degli attuali positivi nell’ultima settimana:

    9 aprile: 228
    10 aprile: 245
    11 aprile: 268
    12 aprile: 279
    13 aprile: 267
    14 aprile: 291
    15 aprile: 338
    16 aprile: 351

    freccia