• Siracusa-Gela, la Filca Cisl: “Consegna dei lavori sotto riserva di legge o sarà mobilitazione pesante”

    Sindacato pronto alla mobilitazione, anche “pesante”. Il segretario della Filca Cisl Siracusa-Ragusa, Paolo Gallo, non usa mezzi termini. “I lavori dei nuovi lotti della Siracusa-Gela vanno consegnati in via d’urgenza o si rischia di compromettere l’opera. Non possiamo cancellarla a causa della lentezza politica e di nuovi tavoli tecnici. Vogliamo la consegna sotto riserva di legge per salvare il finanziamento per i lotti 6 e 7”, spiega Paolo Gallo.
    I lavori non sono ancora stati consegnati (lotti Rosolini-Modica)  nonostante l’aggiudicazione dell’appalto all’Ati formata da Condotte Acque di Roma e Cosedil di Catania.
    “Resta incomprensibile questo silenzio e il ritardo. Il decreto del Tar di Catania, che ha respinto il ricorso di tre aziende, rinviando al prossimo 29 maggio qualsiasi pronunciamento, non può bloccare un’opera così importante per l’economia e l’occupazione di due province. Con grande irresponsabilità, stanno mettendo a rischio lo stesso finanziamento e, quindi, la realizzazione dell’opera che deve essere in parte completata entro il prossimo 31 dicembre 2015”.
    Per la Filca Cisl, il Consorzio Autostrade “ha tutti gli strumenti legislativi per potere procedere, da subito, alla consegna dei lavori”.  E viene citata la norma che prevede la consegna sotto riserva di legge.”Uun’ancora di salvezza quando si rischia di perdere i fondi comunitari. È uno strumento a cui ricorrere immediatamente”.
    Fare in fretta, dunque. “I lavoratori sono pronti alla mobilitazione e vi giuro sarà pesante; il rischio di perdere questo finanziamento è alto e, se così fosse, a pagare sarebbero soltanto loro. La politica ed i burocrati siciliani devono comprendere che il tempo del rimpiattino è finito”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia