• Siracusa. Il Comprensivo Martoglio rimasto al freddo: “in aula con plaid e giubbotti”

    Rimane ancora critica la situazione alla Martoglio. Al ritorno dalla vacanze natalizie, insegnanti e studenti hanno trovato i locali dell’edificio gelidi e i riscaldamenti non funzionanti. Sebbene, secondo legge, i locali scolastici dovrebbero avere come valore di temperatura 20/22 gradi centigradi, i ragazzi e gli insegnanti sono stati costretti anche oggi a lavorare e studiare coperti e imbacuccati, con le tapparelle chiuse per evitare gli spifferi e con le porte delle aule accuratamente chiuse per evitare che penetri il freddo pungente proveniente dai corridoi.
    “Oggi i ragazzi sono arrivati a scuola con coperte e plaid”, racconta gli insegnanti. “Difficile, se non impossibile, concentrarsi, scrivere, lavorare. Si torna a casa infreddoliti e con il rischio concreto di ammalarsi”.
    Secondo quanto riferito da alcune fonti interne alla scuola, non si tratterebbe di un guasto improvviso e provvisorio, ma di una situazione che persiste immutata da tempo. “Ieri è stato sollecitato l’intervento del sindaco da alcuni insegnanti che hanno scritto sulla sua pagina Facebook. Oggi si chiedono risposte e provvedimenti urgenti, affinché vengano garantiti i fondamentali diritti dei cittadini alla salute, allo studio, al lavoro”, scrivono in una nota gli insegnanti del comprensivo Martoglio.

    728x90_jeep_4xe
    freccia