• Siracusa. Il debutto di Street Control: decine di infrazioni rilevate, multe a raffica

    Primo giorno di “servizio” per lo street control, il nuovo strumento di cui si è dotata la Municipale di Siracusa nel tentativo di contrastare l’abuso del ricorso alla sosta in doppia fila. Ma è strumento utilissimo anche per verificare il rispetto dell’obbligo assicurativo e della revisione. Tutto in pochi istanti, grazie al collegamento internet e soprattutto a quella fotocamera nera altamente tecnologica, piazzata sul tettuccio della vettura di servizio. Riesce a leggere 100 targhe al secondo, fornendo all’agente all’interno dell’auto informazioni in tempo reale su infrazioni e posizione assicurativa.
    Per il debutto sono state scelte zone ad alta densità di traffico come quella di viale Zecchino, via Tisia, via Polibio, viale Tica e le zone limitrofe. Prima parte di un giro di servizio ampio e ripetuto nei prossimi giorni anche nel centro storico e nella parte alta della città.
    Sguardi curiosi di automobilisti e passanti, qualche occhiata di terrore da parte di chi aveva comunque lasciato imprudentemente l’auto in sosta in modalità non corretta. Notevole la quantità di infrazioni riscontrate nelle prime ore di servizio, pronte a trasformarsi in multe spedite a casa degli automobilisti indisciplinati.
    Verificati – ed esentati – i casi di semplice fermata con automobilista ancora a bordo (invitato a liberare la corsia di marcia) e corriere e/o rappresentanti in fermata veloce per lavoro e il carico/scarico merci. La linea della tolleranza è ampia ma di fronte alla giungla di viale Tisia c’è stato poco da fare. Più ordine, invece, nella zona di Tica.
    In fondo, il tam tam del passaggio dello street control si è diffuso in fretta: dai social al bar, agli avvisi su whatsapp. Con conseguente corsa per “sistemare” l’auto lasciata parcheggiata così, così e scene quasi da film di Ficarra e Picone nei giri ripetuti dell’auto della Municipale dotata di street control.

    freccia