• Siracusa. La Fondazione Inda celebra la Giornata mondiale del Rifugiato: domani al Teatro Greco prima di Edipo a Colono

    La Fondazione Inda celebra per il dodicesimo anno la Giornata mondiale del rifugiato con un momento di riflessione e sensibilizzazione unendo così Siracusa a molte altre parti del mondo nell’invito a non dimenticare milioni di rifugiati e richiedenti asilo costretti a lasciare la propria terra.
    L’Istituto nazionale del dramma antico è vicino ormai da anni alla campagna globale #WithRefugees ideata e portata avanti dall’UNHCR, l’Agenzia Onu per i rifugiati.

    Domani, 20 giugno, alle 18,30, nell’agorà del Teatro greco di Siracusa poco prima della replica della tragedia “Edipo a Colono” di Sofocle, uno spettacolo che parla proprio di uno straniero in terra straniera, è prevista la presenza dell’attore Francesco Pannofino, testimonial UNHCR, e dei rappresentanti dell’Agenzia Onu per i rifugiati. Insieme agli spettatori del 54° Festival al Teatro greco di Siracusa si cercherà così di tenere alta l’attenzione sul dramma di milioni di persone in un territorio come quello di Siracusa e della Sicilia che da anni ormai si spende per accogliere migliaia di uomini, donne e bambini.

    L’iniziativa, promossa in collaborazione con UNHCR, farà parte degli eventi Food che si celebreranno in tutta Italia a ridosso della Giornata Mondiale del Rifugiato (20 giugno), che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. Storie di sofferenze, di umiliazioni ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto.”

    Chi volesse sostenere la campagna #WithRefugees può anche firmare la petizione withrefugees.unhcr.it

    freccia