• Siracusa. Niente aria condizionata in Consiglio comunale, seduta interrotta per “afa”

    Temperature roventi in Consiglio comunale a Siracusa e questa volta la politica non c’entra nulla. Con l’impianto di climatizzazione guasto, l’aula Vittorini raggiunge temperature insostenibili. Succede così, ad esempio, che la seduta consiliare di ieri sera sia stata interrotta per eccessivo calore. La mancanza di numero legale non c’entra nulla: faceva caldo, troppo caldo. Al punto che un consigliere, Salvo Castagnino, ha accusato una malore e non più stato in grado di partecipare ai lavori. Un momento di preoccupazione diffusa che non ha più consentito all’assise di lavorare con la dovuta serenità. Accelerazione su di un punto all’ordine del giorno, poi il rompete le righe.
    Tutti in aula questa mattina alle 10.30. Tra i presenti c’è anche Salvo Castagnino, ancora abbattuto ma pronto al dibattito. “Ho interrogazioni importanti che attendono risposta”, dice.
    Ma il caso rimane serio: si può costringere un Consiglio comunale a lavorare (male) in una sala con temperature percepite elevate, al punto da causare malori?

    freccia