• Siracusa. Non ci sono aule per tutti gli studenti, scuola dell’obbligo con deroghe: i numeri

    Sono solo 8 i plessi scolastici comunali che possono esibire il certificato di agibilità. Per tutti gli altri (32), situazione ibrida. Il settore di edilizia scolastica del Comune di Siracusa ha elaborato un piano per la riqualificazione dei plessi, in modo da dotarli della certificazione. Ma servono diversi milioni di euro ed una programmazione pluriennale degli investimenti. Due cose che ad oggi non ci sono.
    E allora anche il prossimo sarà un anno scolastico vissuto “pericolosamente” dagli 11.747 alunni che frequentano scuola dell’infanzia, elementare e media nel capoluogo. Ad oggi sono 549 le aule utilizzate per fare “scuola” in plessi comunali. Ma fatti due conti, per l’anno scolastico prossimo venturo, mancano all’appello 15 classi per la scuola dell’infanzia, 41 per le elementari e 10 per le scuole media.
    Posto che nessuno studente della scuola dell’obbligo può essere lasciato “fuori” per mancanza di spazi, ormai cronica, e che il diritto allo studio va garantito, il Comune non ha potuto far altro che autorizzare gli istituti comprensivi ad utilizzare come aule anche altri spazi come quelli utilizzati per le attività interciclo, i laboratori, le aule speciali, etc. Tutto nel rispetto di determinati standard di sicurezza che prevedono, ad esempio, almeno 1,80mq per alunno e niente classi pollaio. Ma nessun istituto dovrà superare i numeri indicati in un documento redatto ai sensi del DM del 26 agosto del 1992 che prevede limiti precisi per ogni scuola. Numeri che riportiamo nella tabella sottostante ed attengono al numero di presenze contemporanee di alunni, docenti e personale non docente.

    image_pdfimage_print
  • freccia