• Siracusa. Prevenzione incidenti, i numeri della Polizia Stradale

    Tempo di bilanci per la Polizia Stradale di Siracusa. Proseguono le iniziative volte ala prevenzione dei sinistri stradali. Intensificate soprattutto le attività di controllo dei bus gran turismo, a tutela degli studenti in occasione di gite scolastiche o visite guidate. La Polstrada, guidata nel territorio dal comandante Antonio Capodicasa ha sottoposto, nel periodo 2015-2016 a controllo in questo settore 486 mezzi, la maggior parte dei quali adibiti al trasporto di studenti in occasione di gite scolastiche o visite guidate.
    218 veicoli sono stati sottoposti a revisione tramite il Centro Mobile di Revisione in dotazione al CPA (Centro Prove Automezzi di Catania) e 25 di tali veicoli sono stati sospesi dalla circolazione per gravi difetti strutturali. Inoltre, sono stati trovati positivi ai controlli 8 conducenti, di cui 6 all’uso di sostanze stupefacenti e 2 all’uso di sostanze alcoliche. Le infrazioni accertate sono state 197 sia al Codice della Strada che alle leggi complementari in materia di sicurezza.

    Vengono esposte di seguito le iniziative intraprese da questo Ufficio:

    D’intesa con gli Istituti scolastici di Siracusa sono stati effettuati due corsi di formazione destinati ai docenti ed agli accompagnatori, riguardanti le principali nozioni sulle condizioni di guida e di riposo degli autisti di autobus e su tutto ciò che gli accompagnatori degli alunni hanno diritto di pretendere dai conducenti degli autobus, in termini di comportamento di questi ultimi, quando si effettuano gite scolastiche.
    In questi corsi sono state coinvolte tutte le scuole di Siracusa e Provincia, al fine di innalzare i livelli di sicurezza e per coinvolgere in questo concetto di sicurezza partecipata anche gli istituti scolastici.
    Al riguardo la Polizia Stradale, sulla base di un protocollo operativo, siglato nel 2016 tra il Ministero dell’Interno e quello della Pubblica Istruzione, ha elaborato un vademecum per viaggiare in sicurezza, nel quale sono stati evidenziati gli aspetti da non trascurare, quando viene organizzato un viaggio di istruzione, che prevede l’uso di un mezzo di trasporto a noleggio con conducente.
    A tal proposito questo Ufficio, nel rispetto del citato accordo, ha offerto la sua totale disponibilità alle Scuole per coadiuvarle negli accertamenti preliminari, da svolgere prima di intraprendere gite scolastiche e per effettuare dei controlli prima della partenza degli autobus, trasportanti gli alunni, qualora sussistano dei dubbi circa la regolarità nella efficienza del mezzo utilizzato o riguardo alle condizioni psicofisiche del conducente.
    Nel citato Protocollo del 2016 è stato stabilito che è opportuno, prima di iniziare un viaggio o durante lo stesso, nel caso in cui la condotta dell’autista o l’idoneità del veicolo non dovessero rispondere ai requisiti fissati nel vademecum, richiedere la collaborazione e l’intervento della Polizia Stradale competente.
    Per consentire al predetto Ufficio di organizzare i controlli, i Dirigenti scolastici sono stati invitati ad inviare alle Sezioni Polstrada una comunicazione di inizio del viaggio, qualora gli accertamenti preliminari inducano a richiedere tale intervento.
    Questo Ufficio ha consegnato alle Scuole il vademecum sopra citato, contenente questi consigli, per far loro conoscere gli aspetti da tenere presente riguardo alle condizioni psicofisiche degli autisti e riguardo alla idoneità dei veicoli.
    Nel dettaglio, in questo vademecum è stato raccomandato che gli accompagnatori, durante un viaggio di istruzione, dovranno prestare attenzione al fatto che il conducente di un autobus, oltre che stare attento alla velocità tenuta, non deve assumere droghe, né bevande alcoliche, né fare uso di apparecchi cellulari e deve rispettare i tempi di guida e di riposo sia giornalieri che settimanali.
    Per quanto riguarda le condizioni del veicolo, questo deve essere sottoposto a revisione annuale e gli accompagnatori, prima di iniziare il viaggio devono fare attenzione alle sue caratteristiche costruttive, cioè all’usura degli pneumatici, all’efficienza dei dispositivi visivi, se è dotato di cinture di sicurezza, di estintori e di copertura assicurativa.
    Da ultimo allo scopo di attuare nel modo migliore possibile questa opera di prevenzione degli incidenti stradali, la Polizia Stradale di Siracusa si è anche avvalsa e si avvarrà per il futuro delle competenze tecniche del Centro Mobile di Revisione del CPA di Catania, per verificare tecnicamente le condizioni e l’idoneità di sicurezza dei veicoli in circolazione, adibiti al trasporto di studenti durante le gite scolastiche.
    A tale attività si è affiancata da tempo la preziosa collaborazione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa che, con proprio personale ha collaborato e collaborerà per verificare su strada le condizioni psicofisiche dei conducenti di autobus.

    freccia