• Siracusa. Servizio civico, Sorbello: "Ritardi nell'avvio del progetto mentre la povertà aumenta"

    “Nessuna notizia ancora del servizio civico da affidare a siracusani in disagio sociale”. A protestare è il consigliere comunale Salvo Sorbello di “Progetto Siracusa”, che firma un’interrogazione indirizzata all’assessore alle Politiche Sociali, Rosalba Scorpo. “Ci chiediamo come mai non sia ancora partito il progetto di inclusione sociale e contrasto della povertà- commenta Sorbello che contempla la concessione di un assegno economico per servizio civico ad alcune centinaia di cittadini in difficoltà”. Misure che sarebbero necessarie, secondo quanto fa presente l’esponente di minoranza e consigliere nazionale Anci, “mentre cresce a vista d’occhio nella nostra città il numero di persone a rischio di povertà”. Sorbello ricorda che “l’assegno civico per diverse centinaia di siracusani era stato annunciato ufficialmente con un bando del 10 giugno del 2015 ed è stata pure approvata la relativa graduatoria. Il servizio civico-dice ancora- consiste in un’attività lavorativa occasionale, per un interesse pubblico, che ha come obiettivo quello di superare il mero assistenzialismo. Svolgendo un’attività socialmente utile, viene così favorito e promosso il reinserimento sociale di tante persone in difficoltà, di età compresa tra 18 e 65 anni, che potranno svolgere delle attività di supporto finalizzate al miglioramento dei servizi comunali, come le piccole manutenzioni di edifici comunali o di arredamenti e attrezzature pubbliche”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia