• Siracusa. Un'assicurazione per i consiglieri che votano il Bilancio? "Annullatela"

    I consiglieri comunali di maggioranza starebbero per contrarre una assicurazione che li tuteli in caso di responsabilità patrimoniali personali derivanti dalla votazione del bilancio di previsione 2015. La votazione è in calendario per il 18 gennaio.
    Una assicurazione che entrerebbe in gioco in caso di violazioni eventualmente contenute nello strumento finanziario e di cui, per legge, rispondono proprio i consiglieri comunali che votano a favore dell’atto.
    La “scoperta” è di Simona Princiotta che ha dato mandato al suo legale di chiedere indagini difensive per individuare chi avrebbe ispirato questa iniziativa. Partite le comunicazioni dirette alla Procura ed all’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni.
    “Da quello che mi risulta, sarebbe anche stata inserita una clausola di garanzia per la responsabilità retroattiva di 3 o 5 anni antecedenti”, aggiunge proprio la consigliera.
    Che squarcia il silenzio su questa presunta assicurazione con una interrogazione presentata all’amministrazione comunale.
    Chiede il nome dell’assicurazione, “per comprendere se da parte dei consiglieri sia stato comunicato il parere negativo del collegio dei revisori dei conti o l’attestazione con cui il collegio dei revisori ha parlato di violazione in merito al T.u.e.l. per fondi arbitrariamente spesi e che le irregolarità sono state denunciate dalla sottoscritta alla procura della Repubblica”.
    L’assicurazione – da leggere forse anche come un segnale di tensione dei consiglieri – “deve essere annullata perchè alle spalle c’è la volontà di qualcuno di garantirsi così il voto favorevole allo strumento finanziario”, attacca la Princiotta. Che sibillina ricorda però come “le assicurazioni non coprono certamente gli eventuali contratti stipulate con dichiarazioni rese con dolo o colpa grave”.

    freccia