• Siracusa. Via Columba, lo spartitraffico in cemento cede e l’asfalto si deforma: “colpa delle piante”

    Via Columba, cedono i cordoli in cemento del contestato spartitraffico. Realizzato sei anni addietro quando, in occasione del G8 Ambiente, la strada fu oggetto di massiccio restyling anche allora venne criticato dai commercianti dell’area “che inviarono una petizione alla giunta Visentin”, ricorda il consigliere comunale Alfredo Foti (Pd). Adesso lo stesso Foti raccoglie e rilancia le segnalazioni di pericolo per auto e moto in transito. Il cordolo in cemento si sfalda e l’asfalto presenta dossi innaturali creati “verosimilmente dalle radici infiltranti delle piante che stanno alterando lungo l’intero asse viario il manto stradale rendendolo sempre più insicuro per la pubblica incolumità di ciclisti e motociclisti”. Il consigliere chiede un sopralluogo con relativa perizia per redigere un eventuale progetto d’intervento di ripristino e/o messa in sicurezza. “Alla luce della dismissione dello scalo merci di Pantanelli da parte delle Ferrovie dello Stato, è anche il caso di pensare nuove soluzioni viarie o magari un nuovo snodo che possa accogliere le istanze dei commercianti e venire incontro a nuove esigenze di sicurezza e fruibilità delle corsie di marcia, sondando la disponibilità di Ferrovie dello Stato a cedere all’Amministrazione l’area libera che insiste all’incirca a metà di via Columba da sfruttare per tali finalità”, scrive ancora Foti nella nota inviata al settore lavori pubblici e mobilità.

    728x90_jeep_termo
    freccia