• Siracusa. Vinciullo sul 118 di Ortigia: "Caos fra inadempienze del Comune e superficialità dell’assessorato"

    Il Comune chiede la casermetta Mazzini alla Capitaneria di Porto che dà l’ok. Il Ministero delle Infrastrutture concede l’autorizzazione al Comune che, a quel punto, si rifiuta di prendere in consegna l’immobile.
    L’Iter inizia nuovamente con l’Asp, questa volta, che chiede i locali alla Capitaneria ma, allo stato, il progetto è fermo. Così Ortigia continua a essere priva del servizio H24 del 118. E’ la situazione sintetizzata dal deputato regionale Vincenzo Vinciullo che in queste poche righe ha sintetizzato la risposta dell’assessore regionale alla Salute, Lucia Borsellino alle sue interrogazioni parlamentari. Vinciullo precisa: ” L’assessore, pur riconfermando la volontà di trasformare in servizio notturno e diurno, cioè H24, il 118 di Ortigia, per quanto riguarda le altre domande dimostra assoluta superficialità e incapacità di affrontare e risolvere il problema. Per questo motivo – continua Vinciullo – ho dovuto confutare le dichiarazioni dell’assessore della Salute e ho dovuto ricordare, mio malgrado, l’iter. Dopodiché chiedo all’Asp, cosa che faccio da tempo, di utilizzare i locali di via Gargallo, che sono di sua proprietà e, in parte, sono chiusi”. E il deputato regionale tuona: “Non possiamo continuare a perdere tempo, soprattutto ora che la popolazione di Ortigia almeno triplica per la presenza di turisti residenti o quintuplica per la presenza di turisti non residenti. E’ evidente che, ancora una volta – conclude Vinciullo – l’Amministrazione comunale ha fallito in quella che è la sua mission, così come è evidente che l’Assessorato della Salute è nel più assoluto stato confusionale, quindi chiedo all’Asp di assumere una posizione chiara e netta, prevedendo, appunto, l’utilizzo dei locali di proprietà, anziché continuare a inseguire la proprietà altrui.”

    freccia