• Strade come trappole, crolli e allagamenti. Nubifragio su Siracusa, polemiche per la mancata allerta

    Non c’era nessuna allerta meteo particolare. Tutta la Sicilia, Siracusa inclusa, colorata di “verde” nel bollettino regionale di Protezione Civile. E’ il livello più basso nella scala degli alert maltempo. Eppure, le intense precipitazioni che hanno colpito in mattinata Avola e Noto e che poi, nel primo pomeriggio, hanno fatto “affondare” il capoluogo avrebbero meritato ben altra segnalazione e allerta. Tocca parlare ancora una volta di fenomeni meteo imprevisti.
    Siracusa, poco dopo le 14, si è fermata. L’incedibile quantità di acqua caduta in pochi minuti ha subito trasformato le strade in fiumi, al limite della praticabilità. Allagamenti e auto in panne in ogni zona cittadina, con i tombini saltati a ripetizione e trasformatisi in trappole per chi, già a fatica, provava a circolare. Diverse segnalazioni di abitazioni invase dall’acqua, con i social che scoppiano di video con le immagini di quanto accaduto.
    In via Calabria un muro è crollato. Si tratta di una porzione del perimetrale dell’ex convento di Grottasanta. Sotto la pressione dell’acqua acconcata, il muro è stato letteralmente spinto via. I detriti si sono abbattuti sulle auto in sosta e l’ondata ha invaso le abitazioni che si affacciano dalla parte opposta della strada. Per cinque nuclei familiari è stata disposta l’evacuazione. Dovranno passare la notte fuori casa. Da quantificare i danni e le procedure di rimborso.
    Alla Borgata, un uomo è rimasto folgorato. Era sceso ad aiutare un vicino alle prese con la casa allagata. Non appena ha premuto il bottone del campanello, è stato raggiunto da una scarica che lo ha fatto rovinare a terra. Immediatamente soccorso, è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’Umberto I.
    Un 75enne, sempre alla Borgata, è morto probabilmente per infarto. Ad accorgersi di lui, gli agenti di polizia che erano intervenuti per prestare soccorso ai residenti ritrovatisi sotto diversi centimetri di acqua. Secondo una ipotesi, lo spavento causato dal temporale potrebbe aver causato il malore fatale.

    freccia