MULTICAR2

Siracusa. Arnaldo Pomodoro e la sua “gioia” per l’Inda. Ai giovani: “Andate fuori, in Italia siamo scoppi”

Arnaldo Pomodoro Inda

Le scenografie ed i costumi del cinquantesimo ciclo di spettacoli classici della Fondazione Inda, quello del Centenario, avranno la firma di Arnaldo Pomodoro. Il “maestro” oggi è stato a Siracusa e nel corso dell’incontro nel salone del Palazzo Inda di corso Matteotti ha svelato prime indicazioni sui suoi progetti per l’Inda: una grande porta e segni che appaiono e scompaiono dal terreno. Ricerca dei materiali per i costumi, con il metallo piegato a tessuto. E grande attenzione per lo spazio del teatro Greco per valorizzare anche luce e buio (sotto l’intervista video di SiracusaOggi.it). Pomodoro ha poi voluto incontrare gli studenti della Scuola Speciale di Architettura di Siracusa presenti all’incontro. “Non dovete fare esperienza solo in Italia – ha suggerito il maestro- studiate negli Stati Uniti o in Australia.  L’Italia purtroppo è intasata. Siamo scoppi”. Il maestro Arnaldo Pomodoro, prima di congedarsi dagli studenti, ha promesso un prossimo incontro direttamente in Facoltà con tutti gli studenti di Architettura prima del debutto al Teatro Greco che avverrà il prossimo 9 maggio con Agamennone. Poche ancora le indiscrezioni su cast e registi. La settimana prossima saranno le prime certezze. Si parla con insistenza di un attore protagonista reduce da recenti lavori con Tornatore e di Alessandro Preziosi (il suo sarebbe un ritorno, ndr).

Comments are closed.

bogart 4