MULTICAR2

Siracusa. Il 16 dicembre si alza il sipario sulla quinta edizione dell’Ortigia Film Festival

ortigia ff

Dal 16 al 22 dicembre ritorna Avamposto Maniace – Ortigia Film Festival, la kermesse cinematografica della città di Siracusa. Il Festival è organizzato dall’associazione culturale SA.LI.RO’ con il contributo della Film Commission Regione Sicilia, il patrocinio Mibac, e del Comune di Siracusa. Giunto alla sua quinta edizione, Avamposto Maniace – Ortigia Film Festiva si suddivide in tre sezioni distinte. La prima, competitiva, sarà dedicata alle opere prime e seconde del panorama cinematografico italiano; la seconda, quest’anno competitiva, si focalizzerà sui cortometraggi e la terza sul cinema documentaristico di stampo sociale. Per la sezione Opere prime e seconde la giuria sarà composta tra gli altri da Sebastiano Gesù, Sino Caracappa, Nello Correale. La giuria della sezione cortometraggi sarà presieduta da Lucia Sardo e sarà composta da Miriam Rizzo e Federica Di Giacomo. Alla giuria di qualità si affiancherà anche un premio del pubblico che voterà il miglior film su apposite schede. Anche per questa edizione si consolida il connubio artistico con Scenapparente che realizzerà i premi Ficupala 2013. La rassegna si svolgerà all’interno di palazzo Impellizzeri, nell’isola di Ortigia a Siracusa. Una location suggestiva ed unica, un palazzo storico che riapre i battenti per accogliere tutto il fascino della settima arte. Grazie ad una partnership con 3D Reborn (ex cinema Salamandra di Piazza Duomo), i film in concorso saranno proiettati in seconda visione il giorno seguente. La sezione opere prime e seconde presenta alcuni dei lavori più interessanti del panorama cinematografico italiano. Via Castellana Bandiera di Emma Dante, Nina di Elisa Fuksas, 31 gradi kelvin di Giovanni Calvaruso, Itaker di Francesco Scinna, L’Arte della Felicità di Alessandro Rak, Il sud è niente di Fabio Mollo. La Sezione cortometraggi presenterà: La strada di Raffael di Alessandro Falco, Un uccello molto serio di Lorenza Indovina, Ophelia di Annarita Zambiano, The Kiss di Filip Gieldon e Le maillot de bain di Mathilde Bayle. A questi si aggiungono i documentari, tra i quali spicca Fuoristrada di Elisa Amoruso, Andata e ritorno di Donatella Finocchiaro, Profezia. L’Africa di Pasolini di Gianni Borgna, The wolf on the drum di Nello Correale. Ma Avamposto Maniace – Ortigia Film Festival è anche musica, installazioni e fotografia. Da segnalare le mostre “Greta, The Mysterious Lady”, undici ritratti della divina Greta Garbo curata da Sebastiano Gesù e Valvoline Years la mostra di graphic novel curata da Giorgio Carpinteri e Igort. Per gli eventi speciali si segnala: Sincronie – voci siracusane a confronto, un’incontro con gli scrittori della new wave siracusana Stefano Amato, Alberto Minnella, Angelo Orlando Meloni e Daniele Zito; Young Europe, Il film di Matteo Vicino per la campagna di sicurezza stradale della Polizia di Stato e, in collaborazione con Emergency, Open Heart, il documentario di Kief Davidson, nominato agli Academy Awards 2013. La storia di otto bambini ruandesi che lasciano le loro famiglie per andare in Sudan e sottoporsi a un delicato intervento al cuore al Centro Salam di cardiochirurgia di Emergency a Khartoum.

Comments are closed.

bogart 4