• Siracusa. Una fattura dal Comune di York per una camera d'albergo poi non utilizzata: 368 sterline

    “Quanto sono in euro 368 sterline?”. Chissà se la domanda circola tra le stanze degli ufficio dell’area staff management del Comune di Siracusa. Da York, cittadina dell’Inghilterra, è infatti arrivata una fattura per il pagamento spese di un albergo: 368 sterline, ovvero 467,14 euro. Si tratta di spese di soggiorno sostenute dal 7 all’11 luglio scorso per la camera riservata all’assessore alle attività produttive che doveva partecipare ad un incontro per il progetto UrbAct Transfer Network denominato “GeniUS: Open”. Con York e Siracusa anche la spagnola San Sebastian e l’estone Tallin.
    Peccato però che quella camera prenotata sia rimasta “libera”. Perchè in quei giorni a Siracusa era in atto il rimpasto della giunta municipale e Moschella – coinvolto nell’aggiustamento della squadra amministrativa – responsabilmente “ha ritenuto opportuno non rappresentare” Siracusa per quelle attività istituzionali. Ma non c’era più il tempo tecnico per disdire la prenotazione e così il Comune di York ha pagato per conto di Palazzo Vermexio, salvo presentare a fine luglio la fattura per quelle spese. Per la cronaca, è stata regolarmente saldata.

    image_pdfimage_print
  • freccia