• Noto. Bovini al pascolo e liberi di vagare, controlli congiunti e sanzioni

    Operazione congiunta di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza ed Asp di Siracusa nell’area collinare di Noto. Qui è frequente la presenza di animali vaganti che alle volte finiscono anche sulla sede stradale, con elevato rischio sotto il profilo della sicurezza. Nelle settimane scorse, un centauro netino ha perso la vita in seguito ad un incidente causato da una mucca che stazionava in strada.
    Controlli concentrati in località Torresena, per verificare la presenza di animali vaganti non censiti. Dal sopralluogo effettuato, presso un casolare denominato Case Torresena, sono stati individuati circa 100 bovini allo stato brado che si allontanavano in aperta campagna rendendo in tal modo difficoltosa la lettura del codice marca auricolare.
    Gli agenti riuscivano, comunque, a raggruppare 3 capi bovini. Dalla consultazione della banca dati nazionale di Teramo, è emerso che i capi identificati risultavano intestati ad un’azienda con sede legale a Tortorici che non aveva il codice pascolo nel comune di Noto.
    Inoltre, uno dei bovini presentava un marchio auricolare nell’orecchio riconducibile ad un bovino maschio già macellato ed appartenuto a un’altra azienda di Tortorici. Ai titolari delle aziende interessate sono state mosse diverse contestazioni. Sono stati anche diffidati a non ripetere simili comportamenti.
    Nello specifico sono state elevate 1.290 euro per pascolo abusivo, 3.873 euro per mancata autorizzazione alla movimentazione e 1.500 euro per capo non regolarmente identificato.

    freccia