• Anche a Priolo, vietati i botti: divieto fino al 6 gennaio per “tutelare pubblica incolumità”

    Il sindaco di Priolo, Pippo Gianni, ha firmato oggi l’ordinanza che prevede il divieto di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi e bombette. Il provvedimento ha validità dalla mezzanotte di domani alla mezzanotte del 6 gennaio.
    “L’obiettivo – ha commentato – è quello di tutelare la pubblica incolumità e prevenire così infortuni provocati dall’uso sconsiderato di botti per festeggiare l’ultimo dell’anno, garantire il benessere di bambini e soggetti anziani, ma anche quello di garantire serenità a tutti gli animali, in primis agli animali domestici”.
    Potranno essere utilizzati articoli pirotecnici privi di effetti dirompenti, come fiaccole scintillanti e piccole girandole. Violazioni all’ordinanza comporteranno sanzioni amministrative che vanno da 167 a 500 euro. Le forze dell’Ordine e la Polizia Municipale vigileranno per fare osservare l’ordinanza sindacale.

    freccia