• Anche in Procura a Siracusa esposto Codacons contro Samsung ed Apple

    Anche in Procura a Siracusa il Codacons ha presentato un esposto per chiedere l’apertura di indagini sul territorio contro Apple e Samsung. L’associazione dei Consumatori sospetta una possibile truffa e aggiotaggio per eventuali reati legati alle comunicazioni telematiche. L’esposto è stato presentato in contemporanea in tutte le Procure siciliane, dopo la multa inflitta dall’Antitrust a Apple e Samsung a seguito peraltro di esposto Codacons, prima associazione che in Italia ha denunciato il fenomeno dell’obsolescenza programmata sui telefonini delle due società.
    “Appurate infatti grazie all’Antitrust le pratiche commerciali scorrette messe in atto dalle due aziende, si profilano ora aspetti penali particolarmente rilevanti – spiega il Codacons – La riduzione delle prestazioni sui telefonini e i malfunzionamenti causati dagli aggiornamenti dei software hanno spinto molti utenti ad acquistare un nuovo modello di smartphone, affrontando una spesa economica assolutamente evitabile se i cellulari Apple e Samsung avessero continuato a funzionare correttamente. Tale situazione da un lato potrebbe configurare i reati di truffa e aggiotaggio, dall’altro mette gli utenti in condizione di chiedere alle due società il risarcimento dei danni subiti”.
    In tal senso il Codacons raccoglierà a partire da oggi sul proprio sito web le pre-adesioni dei consumatori ad una azione risarcitoria promossa dall’associazione, attraverso la quale tutti gli utenti Apple e Samsung coinvolti nel disservizio potranno chiedere un equo indennizzo ai due colossi della telefonia.

    freccia