• Area Vasta, oggi la firma e Garozzo invita Napolitano a Siracusa. Prima uscita ufficiale per il commissario Leotta

    Una visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano a Siracusa, nei prossimi mesi. L’invito parte dal sindaco, Giancarlo Garozzo, che questa mattina durante la firma del protocollo d’intesa relativo al progetto di Area Vasta con Catania e Ragusa ha “rotto” il cerimoniale e dopo aver firmato al tavolo si è diretto verso la prima fila dove sedeva il capo dello Stato a cui ha stretto la mano e l’invito.
    “Un momento storico per la nostra città e per il Sud Est siciliano-  descrive Garozzo il protocollo siglato questa mattina- perché dopo anni di tentativi non andati a buon fine, siamo finalmente riusciti a fare una sintesi virtuosa che consentirà concretamente a Siracusa, Ragusa e Catania di fare rete. Non sono soltanto concetti astratti- puntualizza il primo cittadino- Significa, al contrario, la possibilità concreta di reperire investimenti europei cospicui, che potranno essere utilizzati per realizzare grandi progetti, a partire da quelli legati all’ammodernamento delle infrastrutture, ma non soltanto”. La firma del protocollo d’intesa è stato anche la prima uscita ufficiale per il nuovo commissario straordinario della Provincia regionale di Siracusa, Ettore Leotta . Il percorso era partito d’intesa con l’ex ministro alla Coesione Territoriale, Carlo Trigilia, ma i funzionari del ministero avrebbero confermato l’intenzione di portarlo avanti senza battute d’arresto. “Questo è il futuro- prosegue Garozzo- e abbiamo voluto far coincidere la firma dell’accordo con la visita a Catania del presidente Napolitano, proprio per sottolinearne l’importanza”. Non si tratta di un progetto “chiuso”. “Ci sarà la possibilità, per altri comuni siciliani, di aderire all’Area Vasta – dice ancora il sindaco di Siracusa- Pensiamo a Piazza Armerina, Giardini Naxos, Taormina”. Insieme a Catania e Ragusa, il Comune starebbe lavorando anche su versanti diversi da quello dei lavori pubblici. “Abbiamo in mente interessanti progetti legati alla promozione del territorio, a partire dall’iniziativa  “Cultura in Movimento”- aggiunge Garozzo -e la mia amministrazione comunale, così come faranno le altre nostre partner, si è dotata in questi giorni di un Ufficio Europa, che è poi quella “task force” prevista dal mio programma elettorale”. Dall’incontro con Napolitano, Garozzo si aspetta anche delle garanzie su tematiche non strettamente connesse al territorio. “Gli parlerò del cuneo fiscale – conclude il sindaco di Siracusa- sulla scorta delle indicazioni che sta fornendo il neo premier, Matteo Renzi”.
    (foto: Garozzo saluta in prima fila il presidente Napolitano subito dopo aver firmato l’accordo con Catania e Ragusa. Al tavolo con il sindaco Bianco anche Ivan Lo Bell)

    728x90_alfa
    freccia