• Augusta ora ha paura, numeri da zona rossa. Il sindaco: “troppa negligenza”

    Augusta ora teme la zona rossa. Se l’attuale trend dei contagi non dovesse arrestarsi, il rischio di ritorvarsi “blindati” è reale. Negli ultimi due giorni i positivi sono aumentati, “una impennata del contagio” dice il sindaco Giuseppe Di Mare. Da 64 sono adesso 93 e, secondo gli indicatori del dpcm del 2 marzo, con una incidenza dello 0,25 in base alla popolazione (per Augusta 91 positivi), si finisce automaticamente in zona rossa. “Se continuiamo così, sarà inevitabile”, ha detto Di Mare in un lungo intervento in diretta sui social. “Qualcuno pensava che il virus fosse stato sconfitto. Vedo troppi atteggiamenti negligenti e da parte di tutti, giovani e meno giovani. Ho fatto un giro in città e sono rimasto sconcertato. Ho chiamato la Municipale e le forze dell’ordine per segnalare più situazioni. Così non possiamo andare avanti. Pensate a chi sta male a causa di questo virus”, ha poi detto citandi alcune storie recenti di augustani alle prese con il covid e le varianti.
    Inevitabile un passaggio anche sui vaccini. “Dobbiamo vaccinarci tutti per tornare a vivere la normalità. La vaccinazione continua, abbiamo il dovere di non farci prendere dal panico”. Riferimento alla vicenda dello sfortunato sottufficile della Marina, in servizio ad Augusta.

    freccia