• Avola. Sit in dei lavorati del punto vendita alimentare del centro commerciale. “La ditta rispetti gli accordi”

    Lavoratori del centro commerciale Il Giardino di Avola in sciopero. Un sit in di protesta organizzato dalla Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. I sindacati chiedono alla società che gestisce il punto vendita alimentare il rispetto dell’accordo sottoscritto un anno addietro e che impegnava l’azienda a trasformare i contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato a conclusione dei primi dodici mesi di attività. Il 23 maggio le parti si troveranno sedute ad un tavolo, dopo un rinvio chiesto dalla ditta che – lamentano ancora i responsabili delle organizzazioni sindacali- starebbe inviando ai lavoratori le lettere che comunicano la non prosecuzione del rapporto di lavoro. “Un comportamento che stigmatizziamo”, dicono insieme i segretari generali Filcams, Fisascat e Uiltucs (Gugliotta, Carasi e Floridia). “I lavoratori interessati sono ex Aligrup del punto vendita di Avola che per essere assunti dalla nuova società hanno rinunciato a proseguire la cassa integrazione per lavorare dove già lavoravano. Questi sono gli effetti della precarizzazione del rapporto di lavoro, la fine di ogni garanzia di serenità per le famiglie dei lavoratori che vengono privati del diritto alla serenità ed al futuro”.

    728x90_Alfa
    freccia