• Basket femminile: Trogylos sempre in “esilio”. Al PalaCorso arriva Messina. Coppa: “Vediamo di che pasta siamo fatte”

    In attesa di tornare a giocare sul proprio parquet (il palazzetto di contrada Mostingiano a Priolo è ancora in attesa di ricevere il placet dalla commissione di vigilanza ai pubblici spettacoli) la Trogylos Priolo riceverà domenica alle 19,30 il Cus Messina secondo in classifica. E lo farà al Pala Pino Corso, ex Akradina, per quella che secondo il coach Gino Coppa, potrebbe essere una sfida cruciale per capire quali ambizioni possa avere la sua squadra, reduce tra l’altro dalla battuta d’arresto di Ragusa, dopo quattro successi consecutivi. “Ma quel risultato è stato bugiardo – ha detto -, siamo stati sempre sul pezzo, eravamo tre punti sopra ma purtroppo abbiamo fallito qualche occasione importante a causa di inesperienza da parte di qualcuno, e abbiamo dato loro la possibilità di rientrare in partita. Fin quando le risorse fisiche e psicologiche ci hanno sostenuto, siamo state in gara, poi subìto il loro break siamo andate sotto di 7 punti e non è più stato possibile recuperare. Abbiamo i soliti problemi di organico, più qualche infortunata che grava naturalmente sulle nostre risorse, non so come ma dobbiamo riprendere la marcia e adesso col Cus Messina secondo in classifica, dovremo certamente evitare alcuni errori perché l’esperienza delle messinesi potrebbe costarci cara. Vedremo se riusciremo a superarle come abbiamo fatto in amichevole, anche se il campionato fa storia a sé. Il nostro obiettivo non è ancora ben definito visti questi problemi, viviamo alla giornata, è stato importante aver annullato l’handicap dei 3 punti, il resto lo vedremo strada facendo”.

    freccia