Calcio a 5, Serie C2: arbitro aggredito nella stracittadina di Rosolini. La condanna dei vertici federali Lo Presti e Rizza

Ancora un episodio di violenza nel calcio a 5 siracusano. Era avvenuto pochi mesi fa a Siracusa si è ripetuto nel fine settimana a Rosolini in occasione della stracittadina di Serie C2 tra Jano Trombatore e Futsal Rosolini. Questi ultimi stavano conducendo 2-0 quando un addetto ai lavori è intervenuto in campo schiaffeggiando l’arbitro, costringendo il direttore di gara – di Acireale – a fare ritorno a casa (gli verrà riscontrata la rottura del setto nasale e una prognosi di 30 giorni). Match sospeso e probabilmente arriverà la vittoria a tavolino per il Futsal Rosolini, al termine di una giornata il cui atto di violenza è stato stigmatizzato tanto dal presidente regionale Figc Santino Lo Presti, quanto dal collega siracusano, Maurizio Rizza: “E’ una vergogna, non è più possibile fare calcio in questo modo, ci vogliono pene esemplari ma forse non basta se poi certa gente riversa tutta la propria frustrazione in questi poveri personaggi indifesi”.

image_pdfimage_print
  • freccia