• Calcio: scadenze e lavori al De Simone, Siracusa col fiato sospeso

    Il Siracusa calcio domani riprende gli allenamenti in vista del derby con la Leonzio a fine mese, visto che domenica prossima non si scenderà in campo per l’esclusione del Matera e i conseguenti tre punti a tavolino che, però, potrebbero essere presto vanificati dalla penalizzazione da parte della Covisoc per il ritardato versamento dei contributi dopo il deferimento giunto qualche giorno fa. E, purtroppo, potrebbe non essere l’unico visto che ieri il Siracusa avrebbe dovuto far fronte ad una nuova scadenza e c’è chi sostiene che siano stati versati soltanto gli stipendi e non i contributi. Dalla società, al momento, silenzio assoluto dunque occorrerà attendere un eventuale nuovo pronunciamento da parte della Covisoc qualora dovessero essere accertati nuovi ritardi da parte del sodalizio. Siracusa, dunque, con il fiato sospeso per una stagione i cui problemi sembrano non finire mai. A tal proposito, di questioni legate alla Serie C, ha parlato anche il presidente della Figc Gabriele Gravina ai microfoni di Sky: “Stiamo attivando tutta una serie di meccanismi, già partiti il 18 dicembre, con l’adozione delle nuove licenze nazionali. È un provvedimento epocale per due motivi, credo che il fatto di vararle sei mesi prima dell’inizio dei campionati sia un record assoluto”. E sulle esclusioni in Serie C, Gravina ha aggiunto: “Porteremo all’attenzione del Consiglio Federale una norma che prevede un massimo di due rinunce. In caso di rinuncia al campionato tutti i risultati saranno azzerati. Stiamo lavorando per un nuovo organismo di vigilanza da affiancare alla Covisoc. Da luglio vorrei far partire in via sperimentale il progetto rating, dobbiamo attivarci per valutare la credibilità dei soggetti che entrano nel nostro calcio. Ha perso appeal. Dalla prossima stagione vi sarà una nuova norma che prevede in base alla quale, in caso di mancato pagamento degli emolumenti per due bimestri, si è esclusi dal campionato”.

    A proposito di norme si discuterà a breve se modificare o meno il regolamento attuale dei play out e ciò avverrà il 2 aprile con il Siracusa naturalmente alla finestra. La società, inoltre, è in attesa di veder attivarsi il cantiere per i lavori di ripristino del controsoffitto della tribuna Siringo e a tal proposito ne ha parlato poche ore fa sul proprio profilo social, il consigliere comunale Gaetano Favara il quale ha sottolineato come lunedì la ditta che si è aggiudicata l’appalto aprirà il cantiere per qualche giorno di lavori e nuova riapertura del settore (e dunque di tutto lo stadio) in vista degli impegni di aprile contro Vibonese e Rieti.

    728x90_Alfa
    freccia