• Campagna vaccinale, raddoppiare gli hub: per il secondo a Siracusa si guarda a Mazzarona

    Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha chiamato a raccolta i manager della sanità siciliana provincia per provincia. Appuntamento per tutti al PalaRegione di Catania per discutere, in primo luogo, della campagna di vaccinazione in atto. Bisogna accelerare ed è stato chiaro quando, al chiuso del grande salone, sono stati analizzati i numeri e gli obiettivi di inoculazione di ogni azienda sanitaria provinciale e centro vaccinale. Per Siracusa c’era il dg dell’Asp, Salvatore Lucio Ficarra.
    Al di là della cronica mancanza di forniture adeguate di vaccini, si deve inseguire l’obiettivo delle 50mila inoculazioni al giorno. E per riuscirci serve più impegno anzitutto sui territori e poi nuovi centri vaccinali, oltre agli hub già realizzati, uno per provincia.
    Nei giorni scorsi sono stati condotti sopralluoghi, anche a Siracusa. I nuovi centri – è l’indicazione regionale – devono essere individuati per minimizzare gli spostamenti della popolazione. Ma è chiaro che, pensando solo ad un secondo hub sempre a Siracusa, si continuerebbe a chiedere però a tutta la provincia di spostarsi da e per il capoluogo in occasione del vaccino. Motivo per cui si starebbe facendo strada una soluzione alternativa.
    Ma procediamo con ordine. Se occorrerà realizzare un secondo hub oltre a quello attivo in via Bixio, il candidato ideale a Siracusa è il centro anziani di Grottasanta, alla Mazzarona. Scartate per difficoltà varie, anche burocratiche, altre ipotesi come il palazzetto dello sport, l’ex hotel del Santuario ed i locali della parrocchia di San Metodio. Il Dipartimento Regionale di Protezione Civile avrebbe valutato favorevolmente l’individuazione del centro anziani, su segnalazione di Palazzo Vermexio. La collaborazione, in tutta la Regione, avviene infatti tra due pezzi di amministrazioni pubbliche: Comuni ed Asp.
    L’altra strada da percorrere punterebbe ad ottimizzare l’hub di via Bixio, spinto fino a 1.200 inoculazioni al giorno, su 12 ore di attività, attivando nuovi mini-centri in provincia (zona nord, zona sud, zona montana). Ma su questo fronte, però, ci sono da vincere alcune perplessità ed in primis l’indicazione regionale secondo cui i nuovi centri non possono scendere sotto dimensioni minime concordate, per non perdere di efficacia nella implementazione della campagna di vaccinazione.
    Oggi, intanto, previste oltre 700 somministrazioni nel centro di via Bixio, a Siracusa: 500 seconde dosi, circa 200 astrazeneca, più alcuni recuperi dei giorni scorsi.

    728x90_Alfa
    freccia