• Canicattini. Orario prolungato all'asilo nido e interventi a favore dei disabili psichici e dei bambini di famiglie disagiate

    Sarà prolungato l’orario dell’asilo nido comunale “S. Maria Goretti”, avviati programmi di intervento per la prevenzione dell’istituzionalizzazione dei minori e, ancora, realizzate iniziative in materia di “vita indipendente ed inclusione” nella società di disabili psichici gravi. Servizi sociali insomma prioritari, per l’amministrazione di Canicattini. Lo assicura l’assessore al Welfare, Marilena Miceli che, con gli Uffici e i dirigenti dei Servizi Sociali sta lavorando per integrare e migliorare i servizi rivolti alla cittadinanza e alle fasce più deboli. “Grazie alle battaglie dell’Anci e del sindaco Paolo Amenta nella sua vesta di vice presidente regionale – afferma l’assessore Miceli – sono stati salvati gran parte dei fondi Pac per la Coesione per i servizi agli anziani non autosufficienti e il miglioramento dei servizi all’infanzia. Nell’ambito della distribuzione effettuata dal Distretto Socio Sanitario 48, il Comune di Canicattini, per quanto riguarda l’infanzia ha avuto assegnati 147 mila euro che ci permetteranno di prolungare l’orario dell’asilo nido fino alle 18. Per quanto riguarda invece i P.I.P.P.I – prosegue l’assessore Miceli – abbiamo aderito al programma elaborato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con l’Università degli studi di Padova, a cui ha partecipato il Distretto 48 e così avremo la possibilità di ridurre il rischio di allontanamento dei bambini che vivono in famiglie disagiate dal proprio nucleo familiare. Infine, con il progetto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso l’Assessorato regionale della Famiglia e della Politiche Sociali, “Vita indipendente”, stiamo assistendo un disabile grave psichico che quindi potrà essere ospitato nel suo ambiente e tra i suoi affetti, in modo da facilitarne l’inserimento sociale”.

    728x90_jeep_4xe
    freccia