• Centri estivi gratuiti dai 3 ai 17 anni, verso l’avvio: Isee familiare sotto i 30mila euro

    Il Comune di Siracusa attiva i centri estivi gratuiti per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni. Colta l’occasione offerta dal decreto “sostegni bis” che ha previsto una specifica linea di finanziamento chiamata: “Misure per favorire le opportunità e per il contrasto alla povertà educative”.
    Il progetto è curato dai funzionari del settore Politiche scolastiche. Dopo il bando dello scorso 28 giugno, in settima si conoscerà l’elenco degli enti accreditati per l’organizzazione delle attività.
    «Siamo consapevoli – afferma l’assessore alle Politiche di inclusione, Rita Gentile – che il lungo periodo di limitazioni imposte dal Covid ha fortemente provato i bambini e i ragazzi. In questo senso, i Centri estivi sono uno strumento di contrasto all’isolamento offrendo la possibilità di un’esperienza educativa improntata alla socialità, al gioco ed a molteplici attività sportive. Allo stesso tempo si pone come soluzione per i genitori affinché possano superare l’annoso problema della conciliazione tra esigenze della famiglia e orario di lavoro».
    Un’attenzione particolare, come lo scorso anno, è stata posta ai soggetti diversamente abili. «Sono le persone – spiega l’assessore Gentile – che per la loro fragilità sono state maggiormente colpite dal periodo pandemico. Ed allora, per dare loro l’opportunità di partecipare pienamente alle tante attività, abbiamo mantenuto il rapporto di un operatore per ciascun utente».
    Una volta pubblicato l’elenco, le famiglie potranno rivolgersi direttamente agli enti accreditati per presentare la documentazione richiesta. Unico requisito previsto è quello del reddito, che non deve superare i 30 mila euro Isee.

    freccia