• Chiude il Talete, gli impianti vanno rimessi a norma: via ai lavori. Ed agli interrogativi

    Con una nota di poche righe, il Comune di Siracusa ha reso nota la chiusura del parcheggio Talete. “Per permettere l’esecuzione dei lavori di adeguamento degli impianti elettrici e dell’impianto antincendio, da oggi è stata disposta la chiusura temporanea del parcheggio Talete. L’ordinanza inibisce l’ingresso e la sosta all’interno della struttura per il periodo relativo all’esecuzione dei lavori programmati”. Sin qui la stringata comunicazione di Palazzo Vermexio. Non è indicata una data di riapertura del parcheggio e, quindi, di completamento dei lavori. Si parla di una ipotesi di venti giorni circa.
    Ieri, in serata, l’aggiudicazione dei lavori e il loro immediato avvio. Una corsa che testimonia la volontà di accelerare per risolvere l’ormai noto problema del certificato prevenzione incendi: è scaduto da anni e senza revisione degli impianti (che devono funzionare) non sarebbe possibile accogliere all’interno del Talete auto per la sosta.
    Dall’altro lato, però, la necessità di accelerare – sotto la supervisione del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco – “sorprende” quanti erano abituati a posteggiare nella struttura di Ortigia, trovata questa mattina chiusa. “L’amministrazione minimizza ancora la situazione parlando di adeguamenti degli impianti, sia elettrico che antincendio, al fine di consentire il buon esito della certificazione. Gravi lacune in termini di sicurezza e incolumità pubblica, trattate come spicciole questioni burocratiche”, attacca il Comitato per la demolizione del Talete con il suo portavoce Giuseppe Implatini.
    “Il sindaco e i funzionari, presi improvvisamente da questa solerzia, dovrebbero però comunicare alla cittadinanza che ha fruito il posteggio per anni senza le condizioni essenziali di sicurezza previste per legge, le reali condizioni in cui versa la struttura ancora stamattina. L’impianto antincendio ad esempio fino ad ieri era completamente fuori uso, con parti mancanti e abbondantemente vandalizzato. Chi aveva ed ha la responsabilità di averci fatto entrare comunque le auto? La stessa amministrazione in un paese civile dovrebbe far scattare le sanzioni previste; come mai il sindaco non ne parla?”, le domande di Implatini, al momento senza risposta.
    Il video del Pci Siracusa, dentro il Talete, ieri.

    freccia