• Collegamenti via mare per Malta, tra Catania e Siracusa “spunta” Augusta

    Anche la provincia di Siracusa dovrebbe avere il suo collegamento via mare con Malta. Il progetto è in fase avanzata di realizzazione ed ha individuato come porto di approdo e partenza in Sicilia quello di Augusta. La compagnia interessata alla realizzazione della tratta sarebbe, secondo alcune fonti vicine all’Autorità Portuale di Sistema per la Sicilia Orientale, la Ponte Ferries Ltd, un nuovo player pronto al battezzo del mare a partire dal primo trimestre del 2021. Anche gli addetti del settore confermano su Shipping News.
    Sui collegamenti tra la Sicilia e Malta sta quindi per aprirsi una sorta di “scontro” commerciale tra la Virtu Ferries – che sta pensando ad allargare l’offerta puntando su Catania – e la nuova compagnia che, invece, vorrebbe puntare su Augusta.
    Il vicepresidente della Commissione Trasporti della Camera, Paolo Ficara (M5s), spiega che “esiste un progetto già formalizzato nei modi previsti per legge presso l’Autorità competente, per un nuovo collegamento via mare tra la Sicilia e Malta, con arrivo e partenza dal porto di Augusta. C’è un business plan presentato ed in fase di valutazione ed anche le aree portuali da utilizzare, a Malta come ad Augusta, sono state individuate”.
    Se il porto di Augusta inizia finalmente a mostrarsi appetibile anche per le rotte passeggeri, e non solo merci, rimane fuori dai giochi per Malta quello di Siracusa.
    Si accusa Catania di egemonia, dopo l’annuncio del presidente della CamCom del SudEst del prossimo accordo con Virtu Ferries e certo l’eccessiva concentrazione di centri decisori per il sudest tutti a Catania non aiuta. Ma in realtà, a luglio scorso, proprio la Virtu Ferries aveva annunciato un nuovo collegamento Malta-Catania-Augusta. Quello che manca all’appello, semmai, è per l’appunto il porto di Siracusa. E se non verrà avviato un ragionamento per inserirlo nella riperimetrazione dell’area di competenza dell’Autorità Portuale di Sistema della Sicilia Orientale, difficilmente riuscirà ad intercettare simili rotte di sua isolata iniziativa. E questo nonostante la buona volontà e le capacità degli operatori portuali esistenti ed attivi.
    “Nelle ultime ore ha fatto rumore l’annuncio di un collegamento tra Catania e Malta, visto come uno scippo per Siracusa che da anni anela al ritorno di quella linea via mare. Autore dell’annuncio è il presidente della Camera di Commercio del SudEst, Piero Agen, che invito caldamente a tenere sempre a mente che, per ruolo e mandato, deve fare anche gli interessi di Siracusa e non solo ed esclusivamente quelli di Catania. Sulla vicenda, nel silenzio della politica locale, ho chiesto comunque chiarimenti al Ministero delle Infrastrutture ed alla stessa Autorità Portuale. Ho così appreso che la tratta Catania-Malta è al momento allo stato di proposta, con la compagnia di navigazione interessata che sta sondando le eventuali possibilità. Nulla di certo e definito, insomma. Un puro annuncio. La vera notizia riguarda, semmai, l’esistenza di un progetto già formalizzato per il porto di Augusta. E’ uno scalo che sta diventando sempre più appetibile, grazie al lavoro ed agli investimenti liberati dal governo centrale. Così si stanno definendo anche nuovi collegamenti e autostrade del mare che puntano verso la Calabria”, spiega ancora Paolo Ficara.

    foto da https://ferrybalear.blogspot.com/2020/12/el-bonanza-express-pasa-llamarse-hsc.html?m=1

    freccia