• Controlli anticovid in tutta la provincia: mascherine, coprifuoco e bar “troppo” aperti

    Intensificati nei fine settimana i controlli dei Carabinieri sul rispetto delle norme anti-contagio. Pattuglie mobilitate in tutta la provincia, in particolare nelle località turistiche e non solo nei luoghi di maggior concentrazione di giovani e locali.
    Gli esercizi commerciali controllati sono stati oltre 600, di cui 7 sanzionati, mentre le persone controllate sono state 2.780: di queste, 200 contravvenzionate per complessivi 80.000 euro. Le multe più frequenti per violazione del coprifuoco: circolazione in orario notturno senza giustificato motivo nonostante. E poi per circolazione al di fuori del comune di residenza senza giustificato motivo ed addirittura dimenticanza dei dispositivi di protezione individuali (è sempre obbligatorio avere con sé la mascherina, da indossare ogniqualvolta necessario).
    Negli ultimi giorni, a Rosolini sono stati sanzionati e sottoposti a chiusura provvisoria 2 attività di bar-ristorazione poiché consentivano la consumazione sul posto di alimenti e bevande e nei pressi e per assembramento dovuto all’asporto di prodotti alimentari dopo l’orario consentito. La scorsa settimana, a Palazzolo Acreide ed a Portopalo, sono stati sanzionati due bar per aver somministrato bevande al tavolo a clienti oltre il limite orario consentito.
    I controlli anticovid proseguiranno nei prossimi giorni, anche per l’avvicinarsi delle festività pasquali ed il passaggio in zona rossa di tutta la nazione.

    freccia