• Covid a scuola, la Lombardo-Radice chiusa fino al 3 gennaio: disposti tamponi per tutti

    Il plesso di via Archia dell’istituto comprensivo Lombardo-Radice chiuso fino al 3 gennaio. Lo ha stabilito il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Siracusa. A dare la comunicazione a docenti e famiglie è stata la dirigente Alessandro Servito. “A seguito dei casi positivi riscontrati, nonostante le sanificazioni effettuate (di tutti i plessi, con rilascio di certificazione, il 14 e il 18 dicembre) ed i protocolli messi in atto, l’Asp ha deciso di procedere con la chiusura dell’Istituto Comprensivo fino al 3 gennaio”. La comunicazione dell’autorità sanitaria è arrivata ieri nel primo pomeriggio. Al momento, una sola classe è in quarantena. Ma “per tutti i soggetti è stato
    disposto dallo stesso Dipartimento l’isolamento e il tracciamento dei relativi contatti”, spiega ancora la dirigente. “Sarà l’Asp, pertanto, a procedere con le quarantene, effettuando comunicazione diretta ai positivi accertati, i cui dati vengono trasmessi e processati direttamente dai laboratori che hanno effettuato i tamponi, dal pediatra (o dal medico curante) o dall’Usca”, aggiunge ancora Alessandra Servito.
    Mille indiscrezioni intanto hanno preso a circolare, alimentando una comprensibile preoccupazione tra famiglie ed insegnanti. Anche per questo oggi e domani (nel pomeriggio) è stato disposto uno screening straordinario con tamponi all’ex Onp riservati agli studenti, ai loro familiari ed al personale docente e non del comprensivo Lombardo Radice. Circa 400 persone interessate dallo screeningi. Solo dopo aver processato tutti i tamponi si avrà un numero più chiaro e definito circa i positivi rilevati nella scuola siracusana. Un istituto dove dall’inizio dell’anno scolastico si fa lezione in classe con le mascherine, in attesa delle aule promesse nei locali del Santuario per poter garantire una maggiore distanziamento.
    Disposta anche una terza sanificazione certificazione dei locali.

    freccia