• Differenziata, brillano sei comuni siracusani: a loro un contributo extra della Regione

    Sono 6 i Comuni del siracusano che si sono visti riconoscere dalla Regione un contributo per aver superato, nel 2019, la percentuale del 65% di raccolta differenziata. Sortino fa la parte del leone, assicurandosi quasi 41mila euro; a ruota Solarino con 38mila euro; poi Portopalo a cui vanno 28mila euro; Ferla 25mila euro; Buccheri quasi 24mila euro; Buscemi 21mila.
    Siracusa, comune capoluogo, è ancora lontano dal 65% di raccolta differenziata. Gli ultimi dati disponibili (2020) parlano di una percentuale al 41,2% (+13% rispetto all’anno precedente). Intanto buone indicazioni arrivano dalla Mazzarona, dove si sta chiudendo il cerchio del porta a porta. “Siamo davvero soddisfatti dell’andamento della raccolta differenziata nel rione Mazzarona e nelle altre zone del quartiere Grottasanta in cui recentemente sono stati eliminati i cassonetti stradali”, dice l’assessore all’Igiene urbana, Andrea Buccheri, analizzando i primi effetti da quando è stato ulteriormente esteso il sistema porta a porta.
    “Osserviamo – aggiunge il sindaco Italia – il pieno rispetto delle giornate e degli orari di conferimento e non c’è stato, a differenza di altri casi, il fenomeno dell’abbandono dei sacchetti di rifiuti lì dove c’erano prima i cassonetti verdi. Ci siamo presi un po’ più di tempo per mettere tutti nelle condizioni migliori per affrontare il passaggio dalla raccolta tradizionale a quella porta a porta, ma i risultati ci stanno dando ragione”.
    I primi dati del 2021 dicono che, dalle ultime rimozioni di cassonetti stradali, la raccolta differenziata in città tende ad avvicinarsi al 5 %.

    freccia