• Duplice omicidio di Lentini, ordinanza di custodia in carcere per Sallemi

    Il gip del Tribunale di Catania ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Giuseppe Sallemi. È accusato del duplice omicidio di Massimiliano Nunzio Casella (42 anni) e Agatino Vincenzo Saraniti (19) e del tentato omicidio di Gregorio Signorelli (36) avvenuto nei giorni scorsi in contrada Xirumi, a Lentini.

    Dopo una veloce indagine della Mobile di Catania, l’uomo era stato posto in stato di fermo.
    Svolgeva l’attività di vigilanza dei fondi agricoli ed è titolare di una licenza per porto di fucile ad uso caccia. Il presunto assassino è stato intercettato all’interno della sua abitazione di Scordia. Sequestrato un
    fucile marca Bernardelli calibro 12.
    Agli investigatori, Sallemi ha rilasciato dichiarazioni spontanee, confessando di avere esploso col proprio fucile diversi colpi all’indirizzo di tre soggetti che avrebbe sorpreso ed inseguito per evitare un furto di arance dai fondi di cui era il guardiano.
    “Mi hanno minacciato di morte”, ha raccontato l’uomo che avrebbe pertanto sparato verso di loro ad una distanza di circa 15 metri, con l’intenzione di allontanarli.
    Sallemi ha poi confermato le dichiarazioni in sede d’interrogatorio reso alla presenza dei Sostituti Procuratori della Repubblica di Catania e di Siracusa e del proprio difensore di fiducia.
    Al termine è stato posto in stato di fermo ed associato alla casa circondariale di piazza Lanza, a Catania.
    Oggi, ad esito dell’udienza di convalida del giorno precedente, il gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I fatti passano ora per competenza territoriale al Tribunale di Siracusa.
    Sono in corso ulteriori accertamenti investigativi per far luce sul movente e sull’esatta dinamica dei fatti descritti.

    freccia