• Floridia. Il piano rifiuti rallentato dalle contrapposizioni, l'Udc: "tutti responsabili"

    Comincia da Floridia l’attività del neo segretario provinciale dell’Udc, Gianluca Scrofani. Il problema è lo stallo creatosi nella gestione del servizio rifiuti. “Un affidamento ormai da troppi anni in regime di proroga e che si basa su prezzi di mercato non più ragionevoli che comportano un costo maggiore del tributo tari”, spiega Scrofani che ben conosce il problema in quanto assessore al bilancio del Comune di Siracusa.
    “A seguito delle eccezioni della Regione, l’adozione in Consiglio comunale della rivisitazione del piano di intervento che può e deve essere emendato seppur attraverso un dibattito acceso ma responsabile e ossequioso delle direttive che l’Assessorato Regionale ha dato a riferimento è certamente una strada obbligata”. Poi la stoccata, diretta in particolare ad un Consiglio Comunale che ha dedicato molte sedute al tema senza concludere nulla. “Nel pieno rispetto delle motivazioni, ritengo però che questo enorme ritardo non giustifica nessuno nè esclude da responsabilità politiche gravi. Ci sono momenti in cui le forze politiche, siano esse rappresentate da partiti o movimenti civici, debbano superare gli steccati ideologici e di preconcetto e trovare la soluzione nel rispetto del mandato e dei cittadini”.
    L’Udc non è forza di governo a Floridia ma – ricorda Scrofani – “vogliamo evidenziare la necessità di un dibattito che deve fare uscire dal limbo demagogico e strumentale le questioni che riguardano da vicino i cittadini su temi così importanti come quello dei rifiuti”.

    freccia