• Fondazione Inda e Accademia Chigiana, collaborazione nel nome di Pizzetti

    Prosegue la collaborazione tra la Fondazione Inda e l’Accademia Chigiana. L’occasione è fornita dalle celebrazioni a cinquant’ammo dalla scomparsa di Ildebrando Pizzetti (1880-1968) compositore, critico, letterato, personalità significativa del Novecento musicale italiano.
    In bilico tra l’estetismo arcaizzante di D’Annunzio e il modernismo di Casella, con il quale fondò nel 1917 insieme a Malipiero e Respighi la Società Italiana di Musica Moderna, Pizzetti scelse di riferirsi ai miti fondativi della classicità ellenistica attraverso citazioni, procedure in prestito e reinvenzioni, tenendo sempre insieme le componenti letterarie e musicali.
    La giornata chigiana di martedì 30 ottobre focalizzerà l’interesse proprio sul rapporto con l’antico e con la musica corale, in modo che la riflessione musicologica e la pratica musicale possano confrontarsi e conversare.
    A partire dalle 18:00, nel salone dei Concerti di Palazzo Chigi Saracini a Siena, l’ensemble dell’Accademia d’arte del Dramma Antico di Siracusa, Scuola di teatro classico “Giusto Monaco” proporrà composizioni di Gian Francesco Malipiero e Giuseppe Mulé scritte nella prima metà del Novecento per i Cicli di Spettacoli Classici del Teatro Greco siracusano, alle quali si affiancheranno le musiche del direttore Marco Podda, create anch’esse per le Coefore di Eschilo andata in scena nel 2014.
    Negli anni Trenta Pizzetti compose per il Teatro Greco di Siracusa: le partiture originali delle musiche di scena per Agamennone e Le Trachinie sono custodite presso l’AFI di Siracusa e verranno eseguite, a chiusura del convegno, dal Coro della Cattedrale di Siena “Guido Chigi Saracini”.

    freccia