• Gabriele e Manuel, quel sogno di gioventù spezzato in via Montessori

    Gabriele e Manuel avevano sogni con cui riempire una vita. Lo studio, lo sport, un futuro. Con la spensieratezza che è tipica di quell’età, quando niente pare poter spezzare la speranza del domani. Ma Gabriele e Manuel non potranno vederlo quel “domani” di cui tante volte avevano forse anche parlato insieme, come si fa tra amici.
    Hanno perduto la vita nella notte, avevano 17 e 16 anni. Accettarlo è quasi impossibile.
    Un drammatico incidente stradale in via Montessori, dentro Noto. Loro due in scooter, poi l’impatto con un’auto. La moto che rimane schiacciata sotto una Golf. Parabrezza in frantumi mentre scappano i due a bordo. Gabriele e Manuel restano lì, soli. Fino all’arrivo dei primi soccorritori. La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta ed intanto, nella mattinata, si sono costituiti i due fratelli poco più che trentenni che erano dentro la vettura.
    Gabriele Marescalco, 17 anni, aveva una grande passione: il calcio. Aveva giocato nelle giovanili del Noto e della Virtus Avola. Manuel Petralito avrebbe compiuto 16 anni, era figlio di un agente di Polizia Penitenziaria. “Rivolgo a titolo personale e a nome del Sappe le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime, che i ragazzi possano riposare in pace”, il messaggio di cordoglio del segretario provinciale del sindacato di Polizia Penitenziaria, Salvatore Gagliani. Anche l’Usd Noto Calcio si è stretta al dolore della città. “La tragedia ci lascia tutti sgomenti, le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime. Che i ragazzi possano riposare in pace”.

    in foto Gabriele Marescalco

    image_pdfimage_print
  • freccia