• Il mortale di viale Paolo Orsi, indagini serrate. I social al pirata della strada: “costituisciti”

    Alla guida della moto che sabato sera ha investito e ucciso il clochard 56enne Aldo, in viale Paolo Orsi, ci sarebbe stato un uomo sulla quarantina. E’ uno degli elementi che sarebbe emerso dalle testimonianze raccolte nelle ore scorse dalla Polizia Municipale di Siracusa. Subito dopo l’incidente, si è dileguato. L’uomo investito, invece, ha perduto la vita durante il trasporto in ospedale.
    Le indagini proseguono a ritmo serrato, anche attraverso la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Isolati i fotogrammi definiti “utili” per giungere alla identificazione del mezzo e della persona alla guida. L’incidente è avvenuto nel tratto di viale Paolo Orsi in direzione corso Gelone.
    Sui social si sono moltiplicati gli inviti rivolti all’investitore, a cui viene chiesto di costituirsi. “Per te che hai deciso per la vita di un essere vivente, scappando e lasciandolo agonizzante a terra, facendolo morire dissanguato, mi auguro che la voce della tua coscienza ti tormenti per il resto della tua miserabile vita!”, scrive qualcuno sui social. Molti conoscevano quel clochard, una vita difficile ma col sorriso. Lo chiamavano semplicemente Alduccio. “Eri una brava e simpatica persona…non dimentico l’ultimo sorriso che mi hai regalato”, si scorre ancora tra i commenti alla notizia.

    freccia