• Incidente di Targia: la speranza di un intervento per recuperare la funzionalità delle gambe

    E’ ricoverato in neurochirurgia al Cannizzaro di Catania il 44enne che lo scorso mercoledì è rimasto vittima di un incidente sul viadotto di Targia. Era alla guida della sua moto, quando – forse in fase di sorpasso – ha urtato lo specchietto retrovisore di una vettura, perdendo l’equilibrio e rovinando per terra (leggi qui). Trasportato all’Umberto I di Siracusa è stato poi trasferito in elisoccorso nella struttura catanese alla luce di un quadro clinico complicato.
    Non rischia la vita ma i medici si sono riservati la prognosi sulla funzionalità degli arti inferiori. Al momento non riesce a muoverli a causa di danni ancora da valutare riportati sulla colonna vertebrale. L’equipe neurochirurgia interverrà clinicamente per tentare di assicurare allo sfortunato siracusano il recupero della funzionalità delle gambe. Ma non potrà entrare in sala operatoria se prima le sue condizioni cliniche non verranno stabilizzate: attualmente accusa problemi respiratori.

    728x90_jeep_4xe
    freccia