• La Ferrari "regala" Siracusa. Soggiorno da favola per i clienti più in del Cavallino Rampante

    Non c’è azienda che si rispetti che non ripaghi la fedeltà dei suoi migliori clienti e partner con un bel regalo. Ma mica agende, portachiavi e cravatte se ti chiami Ferrari. Devi puntare in alto. Qualcosa di chic, di esclusivo, di ammaliante. Roba da lasciare soddisfatti anche esigenti frequent flyer abituati a lusso e prima classe.
    Per una quarantina di nababbi di tutto il mondo il regalo si chiama Siracusa. Si, proprio “il paesino del sud Italia” (cit. Barbara d’Urso). Nel mese di giugno soggiorneranno in un hotel cinque stelle superlux poco fuori la città. Avranno modo di visitare la città e di colorare di rosso Ferrari alcune giornate con eventi ancora in fase di definizione. Tutto a spese della casa di Maranello che così vuole ringraziare i ricconi di tutto il mondo con garage pieni di Ferrari.
    I paperoni che soggiorneranno a Siracusa sono esponenti del mondo della finanza, dell’economia e della politica internazionale. Un gotha economico mondiale da fare invidia ai forum di Davos. E’ possibile che possano anche ricevere la visita del presidente Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo.
    Prosegue quindi il feeling tra il cavallino rampante e Siracusa. La città ha fatto da sfondo in due occasioni (ieri l’ultima, ndr) a sessioni di riprese video o fotografiche per il lancio dell’ultima nata, la California T.

    freccia