• “Niente gratifiche per i dipendenti ECC”, l’impresa che riqualifica la Marina

    Tra i quasi 4 mila lavoratori che riceveranno le gratifiche natalizie dalla Cassa edile non figurano i dipendenti della ECC, i cui vertici societari “hanno partecipato alla solita passerella con il sindaco, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone e i parlamentari”.

    Duro affondo del segretario provinciale della Fillea Cgil, Salvo Carnevale.

    “Invitiamo tutti i banchettanti-amaro sarcasmo nell’appello del sindacato- a farsi portavoce della segnalazione e a sollecitare il pagamento entro, e non oltre, il 30 novembre. L’obiettivo deve essere quello di saldare i mesi mancanti per consentire ai lavoratori di poter percepire le proprie spettanze come gli altri operai che, al momento, sarebbero inferiori di circa il 33 per cento”.

    Una posa della prima pietra, per i lavori alla Marina, che non rappresenta, per la Fillea, il miglior inizio, “viziato da un fatto così sgradevole. È un cattivo segnale alla cittadinanza -ricorda Carnevale- che è carica di aspettative a proposito di un’opera che desta estremo interesse e sensibilità sia perché la Marina continua a essere uno dei posti più amati dei siracusani che per ragioni economiche, vista l’entità dell’importo programmato”.

    L’invito all’impresa è quello di saldare il dovuto mentre al Comune e alla Regione l’organizzazione sindacale chiede di vigilare sulla vicenda.

    Foto: la posa della prima pietra al Foro Italico.

    freccia