• Noto. Tragico incidente, perde la vita giovane centauro di 32 anni

    Aveva da poco venduto la sua moto, grande passione di una vita. “Sono diventato papà, meglio non correre rischi”, raccontava ai tanti amici Giuseppe Guarino. Ma per un tragico scherzo del destino è morto proprio in sella ad una moto, quella di un amico. Voleva provarla e quale occasione migliore di una bella domenica mattina soleggiata. Ma sulla statale 115 che collega Noto a Rosolini c’era un appuntamento terribile ad attenderlo. Il 32enne operaio netino si è scontrato contro una Renault Scenic all’altezza di contrada Portelli. Ancora da accertare la dinamica dell’incidente.
    Terribile la scena che si è presentata ai soccorritori, con la parte anteriore della moto totalmente distrutta. Dopo i primi tentativi di rianimazione sul posto, è stato disposto il trasporto in elicottero al Cannizzaro di Catania. Le condizioni di Giuseppe Guarino sono subito apparse molto gravi. E nonostante i tentativi dei medici, nel tardo pomeriggio il suo cuore ha smesso di battere. Guarino si era da poco sposato ed era padre di una bambina.

    728x90_jeep_4xe
    freccia