• Gran Palio dei Tre Valli, a Noto il Corteo Barocco e la sfilata dei migliori gruppi di Sicilia

    I cortei storici di Sicilia si danno appuntamento a Noto. Domenica 29 aprile, quinta edizione del Gran Palio dei Tre Valli, momento di valorizzazione delle identità. A organizzare l’evento è il Corteo Barocco netino, che sarà presente e sfilerà con dirigenti e figuranti, ma restando fuori concorso. Una giuria qualificata decreterà il vincitore del Palio che succederà al Corteo Storico Principato di Castelbuono, presente anche quest’anno insieme con il Gruppo Marchesato della Cerda, I Giovani del Castello di Vicari (che si aggiudicarono il Palio nel 2015), la Bella Epoque di Palermo, l’Associazione Penelope di Ventimiglia di Sicilia, l’Auricella di Roccella Valdemone, l’Harmonia Suave che fa capo a Mazara del Vallo ma ha gruppi in altre sedi isolane, il Corteo Santa Rita di Castelvetrano, l’Antica Sartoria di San Gregorio, il Katabba di Monforte San Giorgio (vincitori dell’edizione 2016), il Carlo V di Nicosia, il Corteo storico arabo-normanno di Aidone, il Gruppo Princìpi Termini e Ferreri di Casteltermini e le associazioni di Musici e Sbandieratori di Belpasso, Castelvetrano, Motta Santa Anastasia, Comiso (presente con I Tamburi Imperiali) e Noto. Ad aprire il lungo serpentone sarà però una società di danza di Catania che rappresenta costumi dell’800.
    Il via, domenica mattina con le sfilate dei Musici e Sbandieratori che poi accompagneranno il lungo corteo nel pomeriggio, a partire dalle 15, da piazza Nino Bixio per poi proseguire su corso Vittorio Emanuele, via Pirri, via Cavour, via Cavarra, piazzale Marconi e l’arrivo in piazza Municipio: ciascun gruppo farà una piccola esibizione e al termine la giuria decreterà il vincitore del Palio dei tre Valli di Sicilia.

    freccia