Pallamano, riparte la B: l’Albatro riceve Palermo. Il ds Canto: “Siamo una grande famiglia”

Torna la pallamano a distanza quasi di un mese e l’Albatro capolista in Serie B maschile ospiterà domani alle 18 al PalaLobello il Cus Palermo. Obiettivo, manco a dirlo, vincere e proseguire la marcia in vetta che a fine stagione dovrebbe riportare il sodalizio di Vito Laudani in A2, categoria certamente più consona al blasone della società che la scorsa estate rinunciò all’iscrizione nella A d’Elite. “Ma senza disprezzare l’attuale campionato – ha sottolineato il direttore sportivo Massimo Canto – perché è vero che la B non è certamente la A però è anche vero che noi ci siamo adeguati, consapevoli che ogni avversario che affronta l’Albatro mette sempre qualcosa in più, dunque anche noi dobbiamo spingere di più. Oggettivamente è un campionato che possiamo perdere solo noi e ad inizio stagione confesso che questa cosa è stata quasi vissuta come un trauma – ha aggiunto Canto – però poi anche se parliamo di un livello diverso, è sempre pallamano, si va in campo per vincere e dalla depressione siamo passati all’esaltazione anche perché siamo una grande famiglia che si diverte e sta bene insieme. E poi ci sono alcuni giovani che stiamo inserendo pian piano, perché il nostro lavoro è di prospettiva, è naturale che siamo concentrati sul presente ma guardiamo pure al futuro e a come ci dovremo adeguare una volta raggiunto il salto di categoria”.

Nella foto Massimo Canto e Vito Laudani

image_pdfimage_print
  • freccia