• Pallanuoto. Inizia la stagione dell’Ortigia: tre fronti, tanto entusiasmo

    È ufficialmente cominciata la nuova stagione per il Circolo Canottieri Ortigia. Ieri, nel tardo pomeriggio, staff tecnico e giocatori si sono radunati alla Cittadella dello Sport per iniziare la preparazione in vista di un’annata molto impegnativa che vedrà i biancoverdi combattere su tre fronti: campionato, Coppa Italia ed Euro Cup. Proprio l’Euro Cup, con il girone di qualificazione in programma a Siracusa dal 13 al 15 settembre, sarà il primo importante impegno da affrontare.
    Presenti quasi tutti i componenti della rosa, compresi il portiere Stefano Tempesti e i nuovi acquisti La Rosa, Vidovic, Rossi, oltre al giovanissimo Andrea Condemi. Assenti giustificati Valentino Gallo, che sta terminando il suo impegno nel campionato maltese, e i tre azzurrini neocampioni d’Europa, Cassia, Ferrero e Francesco Condemi, rientrati ieri sera dalla Georgia e meritevoli di una settimana di riposo dopo le fatiche in Nazionale. Sorrisi, tanto entusiasmo e subito al lavoro per preparare quella che in tanti sperano possa essere un’altra grande stagione.
    “Le sensazioni – afferma coach Piccardo – sono positive. Sono curioso di vedere la squadra lavorare. Questo è il mio terzo anno qui. Il primo anno e la prima fase della scorsa stagione abbiamo giocato a pallanuoto veramente bene. Se riusciremo a tornare a quel livello o a migliorarlo, allora potremo confermarci nelle prime quattro-cinque d’Italia. Anche altre società hanno lavorato molto bene sul mercato, tanto che squadre che l’anno scorso non erano nostri competitor, oggi lo diventano di diritto”. Sull’Euro Cup, Piccardo è molto realista: “Sarà il primo impegno, sarà in casa, e le insidie sono dietro l’angolo. Il sorteggio non è stato molto favorevole, ma noi lavoriamo per essere pronti”.
    Grande entusiasmo, anche tra i giocatori, per la presenza di Stefano Tempesti, leggenda della pallanuoto, pronto ad affrontare questa nuova sfida: “La sensazione, a 40 anni, è quella di rimettersi in gioco – afferma il portiere ex Recco- C’è voglia, c’è entusiasmo, sono contento perché mi rendo conto di aver contribuito anche io a questo entusiasmo. L’obiettivo dell’Ortigia deve essere quello di fare la finale scudetto con la Pro Recco. Però, bisogna essere realisti e capire che anche le altre squadre si sono rinforzate, e quindi si può arrivare al secondo posto come all’ottavo, perché il livello è alto. Tutto può succedere: l’obiettivo deve essere quello appena detto, poi strada facendo vedremo”.
    Gli fa eco capitan Massimo Giacoppo: “La società più di così non poteva fare. Adesso ci aspettiamo una risposta anche dalla città. Da parte nostra ce la metteremo tutta. Vogliamo ripagare e premiare l’ottimo lavoro della società, pertanto dobbiamo rimboccarci le maniche, rimetterci a lavorare, mettere da parte quello che abbiamo fatto, perché le ultime due stagioni sono state ottime, e ripartire da zero. Oltre ad essersi rinforzata, questa squadra è anche più completa rispetto ad altri anni. E sono convinto che questa completezza ci tornerà molto utile in certi momenti”.

    image_pdfimage_print
  • freccia