• Pallavolo, l’Eurialo cade solo al tie-break. Olindo: “Peccato perdere così”

    L’Eurialo torna a muovere la classifica a distanza di due mesi dall’ultima volta ma il punto conquistato nel match casalingo contro il Modica (seconda giornata di ritorno del campionato di serie C di pallavolo femminile) non può essere salutato favorevolmente dal team verdeblù. E’ finita con la vittoria al tie-break delle ospiti che, al Palacorso, hanno saputo capovolgere una situazione che le vedeva sotto di 4 punti (21-17) nel quarto set e dunque vicine alla sconfitta. La compagine siracusana ha disputato una grande partita ma è mancata proprio nel momento topico, quando occorreva compiere l’ultimo sforzo per condurre in porto i tre punti.  “Grande amarezza – esclama il tecnico Viviana Olindo – per una partita che dovevamo chiudere sul 3-1. Purtroppo è mancata la cattiveria giusta e, contro squadre esperte come il Modica, questi errori di gioventù si pagano. Mi dispiace sia andata così, la squadra avrebbe meritato il successo pieno per il modo in cui si è espressa e per l’ottima prestazione fornita. Le ragazze hanno giocato bene e sono state punite oltre i propri demeriti”.

    Perso a 16 il primo set, nel secondo l’Eurialo ha reagito con veemenza, attaccando bene e rispondendo colpo su colpo alle avversarie. Il primo vantaggio verdeblù del match lo ha firmato Maltese (12-11), poi le aretusee hanno incrementato il margine (17-14) e, sul 22-19, hanno consentito alle ospiti di riavvicinarsi, ma Di Mauro, Maltese e Farinata hanno firmato i punti decisivi. Equilibrato anche il terzo set, con le due formazioni che si sono alternate nei vantaggi. Sul 20-22, reazione d’orgoglio delle aretusee, che hanno pareggiato i conti, grazie a Bennardo, subendo poi il punto del 22-23 ma riuscendo a sovvertire la situazione con tre giocate vincenti consecutive.

    Quarto parziale in mano alle padrone di casa che, sul 20-16 prima e 21-18 dopo sembravano in condizione di chiudere la gara, ma un clamoroso black-out mentale ha consentito alle ospiti di mettere a segno un incredibile break di 7-0 e di allungare la partita. Al tie-break Modica ha dimostrato di averne di più, chiudendo sul 15-13.

    image_pdfimage_print
  • freccia